Info di servizio

  • Posted on: 12 October 2017
  • By: mdmuffa

Al fine di consentire al sito di auto-mantenersi, ossia di pagare le spese per il dominio e l'hosting, abbiamo introdotto e stiamo testando un nuovo servizio pubblicitario.

Esso si basa sui cosiddetti "pop-under". A differenza dei più noti pop-up, i pop-under sono finestre che si aprono dietro quella principale, evitando quindi di ostacolare la navigazione.

Abbiamo cercato di configurare questo servizio in maniera tale da non essere troppo invasivo ma - come dicevamo all'inizio - siamo ancora nelle prime fasi.

Qualora qualcuno dovesse notare che qualche pubblicità si apre in maniera tale da ostacolare la navigazione oppure - peggio ancora - dovesse apparire qualche spot sconveniente, lo preghiamo di segnalarcelo nei commenti qui sotto.

Grazie.

Aggiornamento (6 novembre 2017): a seguito della segnalazione di Giovanna, visibile nei commenti, abbiamo provveduto ad apportare qualche modifica. Abbiamo eliminato i riferimenti alle pagine di scommesse, che effettivamente ci erano sfuggiti, mentre quelli ai siti per adulti erano già disattivati, e pertanto abbiamo informato del problema i gestori del servizio. Abbiamo inoltre aumentato il tempo che intercorre tra l'apparizione di un pop-under e la successiva, e limitato il numero di massimo di pop-under visualizzabili per utente nell'arco di 24 ore.

Se per Oxford il cristianesimo nuoce alla salute...

  • Posted on: 10 October 2017
  • By: mdmuffa

Il comitato universitari di Oxford esclude i cristiani

da Tempi

 

Il comitato universitari di uno dei più prestigiosi college dell’università di Oxford, il Balliol, ha vietato a una delle sue più grandi organizzazioni studentesche, l’Unione cristiana (Uc), di partecipare all’annuale fiera delle matricole con uno stand. Il motivo, scritto nero su bianco e inviato al rappresentante dell’Unione via email, riguarda proprio la fede cristiana che «procura danno» ed è stata usata storicamente come «una scusante per l’omofobia e certe forme di neocolonialismo». La presenza dell’Uc, dunque, potrebbe «causare un danno potenziale alle matricole».

Il circolo vizioso

  • Posted on: 9 October 2017
  • By: mdmuffa

Rosario ai confiniQuesta settimana è ricominciato il catechismo in parrocchia. L'inizio ufficiale è stato preceduto da incontri, riunioni, momenti vari di preparazione, e da una constatazione: è sempre più difficile fare catechismo, perché tante basi che sono spesso date per scontate, che si pensa siano patrimonio comune, sono completamente assenti.

Non è una lamentela, ma solo una constatazione: un elemento di cui tenere conto quando si preparano gli incontri. Perché non è più soltanto questione del bambino che non sa fare il segno della croce, che non conosce le preghiere, che non ha mai messo piede in chiesa e mai ce lo metterà al di fuori dei momenti previsti dal percorso di catechismo. È invece tutto un sostrato cristiano che viene a mancare, per cui i riferimenti non vengono compresi.

Tutto ciò è un problema proprio perché, mentre i catechisti rilevano che questa è sempre più spesso la realtà, i sussidii per il catechismo sembrano fare a gare (con qualche eccezione) nel presentare tutta una serie di argomenti astratti pure interessanti, utili, pregevoli persino, ma in cui Gesù non viene nemmeno nominato. Come avrebbe detto don Severino: «Lì non c'è Gesù».

Pagine